Come funzione un adattatori powerline?


Powerline Adapter

Gli adattatori Powerline sono sempre più popolari come soluzione di rete domestica, con produttori come TP Link, Devolo, Netgear, Tenda e DLink tra gli altri che li producono. Ma cosa sono e come funzionano realmente?

Gli adattatori Powerline Adapters utilizzano il cablaggio elettrico esistente della vostra casa per creare una connessione cablata al router da qualsiasi punto della casa. Sono costituiti da un kit di 2 spine o adattatori che, una volta collegati, possono “accoppiarsi” o parlare tra loro attraverso i circuiti elettrici della casa per creare una connessione a internet.

Ecco un riassunto molto veloce di come impostare adattatori powerline per funzionare:

  1. Inserire un adattatore in una presa a muro e collegarlo al router.
  2. Inserire l’altro adattatore in una presa a muro e collegarlo a qualsiasi dispositivo.
  3. Le due spine trasferiscono i dati tra di loro per fornire una connessione Internet cablata al dispositivo in qualsiasi punto della casa.

Vediamo più in dettaglio come funzionano questi gadget di rete domestica, compresa la configurazione, alcuni modelli diversi, e anche potenziali svantaggi e problemi con gli adattatori powerline.

Gli adattatori Powerline come soluzione al problema del Wi-Fi debole

Gli adattatori Powerline sono un’eccellente soluzione di rete domestica per chi ha bisogno di connessioni internet più forti in casa. Sono costituiti da una coppia di spine, una delle quali è inserita e collegata al router, l’altra è inserita e collegata a un dispositivo.

Le due spine comunicano poi attraverso il cablaggio elettrico della casa per collegare il dispositivo al router e quindi fornire una forte connessione internet cablata a quel dispositivo.

Sono fondamentalmente un modo per fornire una connessione ethernet cablata a un dispositivo, tranne che la maggior parte del cablaggio è nascosto nel circuito elettrico della casa. Questo è ottimo per le persone che sono molto lontane dal loro router e non vogliono far passare lunghi cavi ethernet in tutta la casa.

Adattatori di Powerline Spiegati in 2 minuti

https://youtu.be/QmGFZSFEUqo

 

Sono anche una soluzione al problema della debolezza del Wi-Fi e delle zone morte, poiché alcuni ritengono che più lontano sono dal router, meno affidabile è il segnale Wi-Fi.

Più “roba” un segnale wireless deve attraversare prima di arrivare a un dispositivo, come pareti, porte, pavimenti e mobili, più è probabile che il segnale venga indebolito. La tecnologia dei router è migliorata, ma le zone morte del Wi-Fi sono ancora un problema in alcune case.

Gli adattatori Powerline evitano questo problema fornendo un forte segnale cablato direttamente al dispositivo, senza che vi siano ostacoli che impediscano di bloccare il segnale come nel caso del Wi-Fi.

Questo significa che si può avere una forte connessione internet per il gioco e lo streaming anche essendo dall’altra parte della casa dal router. Ecco perché stanno diventando una soluzione di rete domestica così popolare.

Gli adattatori Powerline sono facili da installare e da accoppiare

La maggior parte dei moderni adattatori powerline sono praticamente dispositivi plug and play – di solito non è richiesta una configurazione complessa. È sufficiente collegare un adattatore vicino al router, collegare l’altro dove è necessaria la connessione, e nella maggior parte dei casi gli adattatori si rilevano automaticamente l’un l’altro e da quel momento in poi vengono accoppiati.

Tuttavia, se avete problemi con questo, c’è un processo formale per accoppiare gli adattatori powerline. Tutti gli adattatori moderni hanno tre luci LED accese – per l’alimentazione, l’accoppiamento e il trasferimento dati.

La luce di coppia vi sta ovviamente dicendo che gli adattatori si sono “trovati” l’un l’altro sul cablaggio elettrico, quindi questo è ciò a cui dobbiamo fare attenzione per prima cosa.

Ecco i passi per l’accoppiamento degli adattatori powerline:

  1. Inserite entrambi gli adattatori nelle prese a muro (fatelo uno accanto all’altro se volete solo per farli accoppiare).
  2. Tenere premuto il pulsante di accoppiamento del primo adattatore per alcuni secondi. Spesso inizierà a lampeggiare.
  3. Entro 2 minuti, premere il pulsante di coppia sull’altro adattatore.
  4. Quando gli adattatori sono collegati, le luci smettono di lampeggiare e si accendono fisse su entrambi.
  5. I vostri adattatori powerline dovrebbero ora essere accoppiati e liberi di muoversi in casa come volete.
  6. Potete anche aggiungere altri adattatori per formare una rete di più punti di accesso a internet in tutta la casa.

Powerline Adapter

Gli adattatori Powerline hanno tre LED che indicano il loro stato di connettività: accensione, accoppiamento e invio dati

Collegare una coppia di adattatori Powerline TP Link:

 

Quando gli adattatori Powerline sono migliori del Wi-Fi

In sostanza, gli adattatori powerline sono spesso migliori del Wi-Fi perché forniscono un dispositivo con una connessione internet cablata al router, per lo più attraverso il cablaggio elettrico della casa.

E come abbiamo discusso in un altro articolo, le connessioni cablate sono sempre migliori delle connessioni wireless per attività come il gioco e lo streaming in particolare, per una serie di ragioni.

In primo luogo, le connessioni cablate non soffrono dello stesso degrado remoto dei segnali Wi-Fi sulle reti domestiche. Trasmettono il segnale direttamente al dispositivo attraverso il cablaggio in rame, che almeno sulle distanze della rete domestica non si degrada. In questo modo si evitano i problemi di ostacoli che indeboliscono il segnale, come accade con il Wi-Fi.

In secondo luogo, le connessioni cablate hanno un vantaggio fondamentale rispetto alle connessioni wireless in quanto le connessioni cablate funzionano su full duplex, il che significa che possono inviare e ricevere dati contemporaneamente senza problemi.

Ogni connessione ethernet cablata ad un router rappresenta un canale di comunicazione dedicato e ordinato verso il router per quel dispositivo, e gli adattatori powerline possono facilitare questo compito.

Ciò è in contrasto con il Wi-Fi che opera su un sistema half duplex, il che significa che i dispositivi su wifi possono inviare O ricevere solo in una volta ma non entrambi contemporaneamente, e solo un dispositivo alla volta può inviare o ricevere.

Questo apre il problema della congestione della rete Wi-Fi, soprattutto nelle case affollate, in quanto un router deve elaborare tutte le richieste di traffico wifi in modo sequenziale e non simultaneo.

Router Ethernet Connections

Le connessioni cablate forniscono un canale di comunicazione dedicato e non congestionato tra un dispositivo e un router, a differenza del Wi-Fi. Gli adattatori Powerline possono facilitare questa connessione cablata anche quando un dispositivo si trova a diverse stanze di distanza dal router.

La tecnologia dei router è migliorata negli ultimi anni per renderli più efficienti e veloci nell’elaborazione delle richieste, e il Wi-Fi a doppia banda ha anche aperto due “spazi” o bande separate sullo spettro RF per la distribuzione del traffico Wi-Fi.

Tuttavia, il problema della congestione della rete sul Wi-Fi rimane, soprattutto nelle case con un elevato utilizzo di internet, dove si hanno molti dispositivi in competizione per la larghezza di banda nei momenti di picco di utilizzo.

Tutto ciò significa che le connessioni cablate offrono un vantaggio rispetto alle connessioni wireless per determinate attività, soprattutto quando si tratta di gioco online, che dipende dalla bassa latenza o dal ritardo, soprattutto per il suo buon funzionamento.

Anche le attività con una larghezza di banda più elevata, come lo streaming di Netflix e il download di file di grandi dimensioni, beneficiano di una connessione cablata. La navigazione di base in generale è meno influenzata e di solito può funzionare abbastanza bene in Wi-Fi, così come la richiesta di larghezza di banda è più bassa.

Quando gli adattatori Powerline possono non funzionare così bene

Va detto che gli adattatori powerline non sono sempre le migliori soluzioni di rete domestica in tutti i casi, poiché hanno alcune limitazioni.

Ci possono essere ad esempio alcuni problemi di interferenza quando si usano gli adattatori powerline, specialmente quando li si usa vicino a certi dispositivi ad alto consumo energetico come le asciugatrici, ma questi problemi possono essere facilmente risolti spostando l’adattatore lontano da qualsiasi dispositivo ad alto consumo energetico quando è in uso.

Gli adattatori moderni hanno anche migliorato il filtraggio del rumore proveniente da altre apparecchiature elettriche.

Gli adattatori Powerline dipendono anche dal fatto che il cablaggio elettrico in rame sia sufficientemente in buono stato per poter trasmettere il segnale tra i due dispositivi, e quindi potrebbero non funzionare in case molto vecchie dove il cablaggio è in cattive condizioni.

Possono anche non funzionare in case molto grandi o estensioni che funzionano con contatori elettrici o alimentatori separati. Vedi il nostro articolo su questi casi particolari.

Nella stragrande maggioranza delle case, però, funzionano molto bene e forniscono una forte connessione internet che può essere un notevole miglioramento rispetto al Wi-Fi, soprattutto quando si è lontani dal router.

Ecco alcune cose da tenere d’occhio se si fa fatica a far funzionare correttamente gli adattatori powerline:

  • Quando li si utilizza, inserire sempre la spina direttamente in una presa a muro, non in una prolunga o in una prolunga multipresa. Questo non funzionerà correttamente. I modelli sono disponibili con una presa di corrente incorporata se non si vuole perdere la presa che si sta utilizzando.
  • Tenerli lontani dalle prese a muro che contengono dispositivi ad alta potenza, o quelli con un forte alimentatore switching come il telefono e il caricatore USB.
  • Assicuratevi che il cablaggio della vostra casa sia in buone condizioni e che tutto funzioni con lo stesso contatore o alimentatore.
  • Gli adattatori Powerline possono funzionare tra diversi “loop” di circuiti, ma ci sarà un calo di velocità ogni volta che si incrociano in un nuovo loop.
  • Fate attenzione a mescolare le marche di powerline – alcune potrebbero non funzionare bene insieme, e anche se lo fanno, siete limitati alla velocità dell’adattatore più lenta.
  • L’uso di interruttori automatici e RCD vicino agli adattatori powerline può anche prevenire o ridurre le prestazioni.
  • Consultate la nostra guida completa alla risoluzione dei problemi per ulteriori suggerimenti su come risolvere eventuali problemi che potreste incontrare.
  • Vedi anche l’ultima sezione di questo post per alcune altre alternative di rete domestica che esistono per gli adattatori powerline.

Vediamo di seguito i diversi tipi di adattatori powerline.

Modelli di adattatori Powerline cablati

Gli adattatori powerline cablati sono quelli più basilari che forniscono solo una connessione cablata attraverso una (o più) porte ethernet su ogni adattatore, che poi si connette al dispositivo.

Possono supportare velocità di qualsiasi cosa tra 200 mbps e 1 gigabit al secondo e possono essere forniti con o senza prese di corrente integrate, in modo da non perdere la presa di corrente per cui li state usando.

Gli adattatori per powerline cablati sono ottimi per le console di gioco e i dispositivi che trasmettono in streaming Netflix e altri servizi, in quanto sono in grado di fornire una connessione solida e di aiutarvi a sfruttare al meglio la larghezza di banda che il vostro pacchetto internet consente di trasmettere e scaricare in streaming ovunque vi troviate in casa.

Abbiamo integrato una selezione di adattatori per powerline cablate qui sotto; consultate la nostra pagina su di essi per ulteriori modelli TP Link.

L’adattatore powerline “TP Link TL-PA 4010 Kit” è il modello più venduto di fascia media che permette di avere un forte segnale cablato tra il router e il tuo dispositivo grazie ai cavi già presenti in casa. Clicca qui per vedere il prodotto su Amazon. Sono anche disponibili diversi modelli con più porte ethernet e la possibilità di avere il Wi-Fi. Dai un’occhiata alla nostra Tabella di Confronto dei Prodotti per vedere i diversi modelli del TP Link, suddivisi in base alle loro funzioni.

Se si dispone di più di un dispositivo ad alta larghezza di banda che si desidera collegare all’estremità ricevente, allora i modelli con più porte ethernet sono disponibili, anche se occorre tenere presente che la velocità di trasferimento totale del dispositivo è distribuita su tutte le porte.

Se si desidera anche la funzionalità wireless sul lato ricevente, allora si dovrà andare per un adattatore wireless powerline, di cui parleremo più avanti.

Models are available with multiple Ethernet ports and an integrated power outlet

Modelli di adattatori Powerline Wi-Fi

Gli adattatori wireless powerline forniscono anche almeno una porta ethernet per una connessione cablata, se necessario, ma forniscono anche un punto di accesso wireless clonato all’estremità ricevente. Questo è ottimo se si desidera collegare anche dispositivi portatili più piccoli come tablet, telefoni e laptop, ma non si vogliono cavi che scorrono in giro.

Gli adattatori wireless powerline sono di solito più costosi per riflettere la loro funzionalità extra, con modelli di fascia alta che forniscono fino a tre porte ethernet più la funzionalità Wi-Fi a doppia banda sul lato ricevente, che coprirà le esigenze di quasi tutte le reti domestiche.

Abbiamo integrato una selezione di adattatori wireless powerline TP Link qui sotto; per ulteriori prodotti, vedere la nostra pagina completa su di essi.

Il Kit TP Link WPA-4220 è il loro adattatore wireless powerline entry level, con due porte ethernet più un punto di accesso wifi clonato all’estremità ricevente, che consente di collegare dispositivi più piccoli come tablet e iPhone a questo punto di accesso più vicino e più potente. Clicca qui per vederlo su Amazon. Consulta la nostra pagina Adattatore Powerline Wireless per dettagli e link ai modelli più avanzati con velocità più elevate, wifi dual band e prese passanti.

I moderni adattatori per powerline tendono ad essere forniti con programmi di utilità che si possono eseguire per gestire nomi e password di qualsiasi rete wireless creata. È anche possibile espandere facilmente le reti powerline aggiungendo altri adattatori, o anche creare reti powerline separate sullo stesso cablaggio elettrico.

La compatibilità incrociata degli adattatori powerline è anche piuttosto elevata al giorno d’oggi, specialmente da modelli diversi della stessa marca. Diverse marche di adattatori a volte funzionano insieme se entrambi soddisfano le specifiche HomePlug AV.

Un rapido confronto di alcuni modelli di adattatori Powerline principali

Abbiamo creato una Tabella di Confronto Rapido dei Prodotti di tutti i prodotti powerline TP Link cablati e wireless, in modo che gli utenti possano confrontare rapidamente i diversi modelli a colpo d’occhio per caratteristiche e funzionalità per trovare quello esatto di cui hanno bisogno.

Fare clic sul link per visualizzare la tabella. I prodotti si differenziano per le caratteristiche principali – velocità di trasferimento, numero di porte ethernet, funzionalità passthrough e Wi-Fi (si/no). Un punto di forza particolare del marchio TP Link è che tutti i modelli sono cross-compatibili, il che significa che possono essere utilizzati tra loro senza problemi.

Ecco un rapido riassunto di alcuni modelli di adattatori powerline di base, intermedi e avanzati:

Modelli entry level (design piccolo e compatto, 1 porta e senza presa di corrente integrata):

Modelli di fascia media (con funzionalità Wi-Fi e/o una presa di corrente integrata):

Modelli di fascia alta (con più porte ethernet, velocità più elevate e Wi-Fi):

Per un elenco completo di tutti i prodotti TP Link, consulta le nostre pagine dedicate agli adattatori per powerline cablati e wireless.

Abbiamo anche pagine sugli adattatori Netgear e Tenda Powerline per gli utenti che preferiscono queste marche.

Alternative all’utilizzo di adattatori Powerline

Se da un lato gli adattatori powerline possono essere una soluzione di rete domestica ideale per fornire una migliore connettività internet in tutta la casa, è anche vero che non funzionano bene in ogni situazione.

Ecco alcuni casi in cui gli adattatori powerline potrebbero non essere una soluzione ideale o addirittura possibile:

  • Si vive in una casa molto grande o vecchia dove il cablaggio non permette agli adattatori powerline di comunicare a causa del modo in cui è cablato o semplicemente perché è troppo vecchio o consumato.
  • Non si desidera utilizzare connessioni cablate e si vuole rimanere totalmente in Wi-Fi per comodità, senza fili in giro.
  • Vuoi rimanere in Wi-Fi e fornire copertura a più utenti su un’area molto più ampia (ad esempio, una casa a più piani).
  • Altre situazioni uniche come case per studenti/appartamenti in cui si dispone di più abitazioni con un proprio contatore, tecnicamente separate ma forse alimentate da un unico router.

In questi casi l’opzione preferita è a volte quella di rimanere in modalità wireless, ma potrebbe essere necessario che il segnale wireless si diffonda in modo più affidabile su un’area più ampia di quella che il router principale può attualmente gestire.

È qui che gli ripetitori Wi-Fi e i sistemi Wi-Fi Mesh si presentano come soluzioni senza fili se gli adattatori powerline non sembrano la soluzione migliore per voi. Diamo anche una breve panoramica di ciascuna di queste opzioni:

Alternativa #1 – Wi-Fi Range Extender/Ripetitori Wi-Fi – Consiste in un adattatore a spina singola che si inserisce in una presa a muro e semplicemente cattura e amplifica il segnale Wi-Fi esistente dal router per una migliore copertura su un’area leggermente più ampia.

Qui ci sono punti principali di fuoco rapido su estensori di portata:

  • Soluzioni ideali per piccoli budget – modelli entry level disponibili a prezzi molto convenienti.
  • Ideale per spazi aperti e su brevi e medie distanze per attività più leggere. Più inaffidabili sulle lunghe distanze.
  • Ottimo per estendere una migliore copertura wireless a una stanza specifica o a un angolo specifico di un ufficio a casa, ad esempio.
  • Tendono ad avere recensioni contrastanti e non funzionano in modo affidabile in tutti i casi, ma possono funzionare molto bene per le esigenze di alcuni utenti.
  • Consultate il nostro articolo completo che confronta gli estensori di Wi-Fi con gli adattatori powerline per un confronto completo.

Alternativa #2 – Sistemi Mesh Wi-Fi – Può essere vista come una forma più costosa e avanzata di ripetitori Wi-Fi. I sistemi Mesh consistono in un kit di due o tre pod o “nodi” che vengono posizionati in alcuni punti della casa per diffondere nuovamente una copertura wireless più affidabile in tutta la casa.

Ecco i punti principali di fuoco rapido sui sistemi a rete Wi-Fi Mesh:

  • Utilizzare lo stesso principio degli ripetitori Wi-Fi, ma con più punti di accesso e una tecnologia migliore. In questo modo si ottengono prestazioni migliori su un’area più ampia.
  • Di conseguenza, sono notevolmente più costosi degli estensori di Wi-Fi. Avrà bisogno di un budget maggiore per ottenere un buon sistema Mesh.
  • Può essere l’ideale per case molto grandi e multipiano dove è davvero necessario diffondere meglio il Wi-Fi su un’area più ampia e a più utenti.
  • Una grande alternativa se il cablaggio della vostra casa non consente l’uso di adattatori powerline, ma si desidera comunque una migliore potenza del segnale più lontano dal router.
  • Consulta il nostro articolo completo su Wi-Fi Mesh vs Powerline Adapters per un confronto completo tra i due prodotti, anche quando ciascuno di essi potrebbe essere migliore.

Oliver

Online gamer and general home networking enthusiast. I like to create articles to help people solve common home networking problems.

Recent Posts