Come dare priorità di connessione sulla rete ad un dispositivo (QoS)


Quality of Service QoS

Questo è un problema comune per gli utenti su reti domestiche congestionate, dove troviamo il nostro gioco o lo streaming particolarmente interrotto perché la rete è occupata, con molti dispositivi che si connettono contemporaneamente. C’è un modo per dare la priorità a un dispositivo specifico rispetto a tutti gli altri per cercare di impedire che questo accada?

Fortunatamente, c’è un’impostazione disponibile su alcuni router chiamata Quality of Service o QoS, che è progettata specificamente per questo scopo – per impostare la priorità per i dispositivi e gestire la congestione sulle reti domestiche occupate, per garantire che i dispositivi critici non abbiano il loro traffico e l’esperienza utente così male interrotta o influenzata da altri dispositivi in rete.

Questo funziona per tutti i tipi di dispositivi, compresi:

  • PC/laptop
  • Console di gioco – PS4/PS5/Xbox One/Xbox X/Switch
  • Telefoni
  • Tablets
  • Dispositivi di streaming – Roku/Now TV/Apple TV Box ecc.

Ecco i passi molto rapidi per impostare il QoS:

  • Trova l’indirizzo MAC del tuo dispositivo
  • Accedi al tuo router (digita 192.168.0.1 o 192.168.1.1 in qualsiasi browser)
  • Inserisci il nome utente/password del router
  • Trova le impostazioni QoS se sono disponibili
  • Seleziona il tuo dispositivo usando il suo indirizzo MAC
  • Impostare la priorità su Highest o Maximum
  • QoS non è disponibile su tutti i router.

Tuttavia, bisogna dire che QoS non è disponibile su tutti i router. Tende ad essere disponibile più sui router di marca (es. TP Link/Netgear/D Link ecc.) piuttosto che sui router su misura forniti dagli ISP, ma ci sono eccezioni a questo.

Per chiunque non abbia familiarità con la tecnologia, non preoccupatevi, vi spiegheremo passo dopo passo come fare. Hai solo bisogno di trovare l’indirizzo MAC del tuo dispositivo, andare nel tuo router e dare la priorità al tuo dispositivo nelle impostazioni QoS (se disponibili).

Eseguiamo ogni passo in modo più dettagliato.

Passo #1 – Trovare l’indirizzo MAC del tuo dispositivo

Questo può essere il passo più difficile, dato che ogni dispositivo ha un sistema di menu leggermente diverso. Ma di solito, con un po’ di ricerca, puoi trovare il MAC Address di un dispositivo all’interno dei menu Connection Settings/Status.

Per fare questo, prima di tutto vedi questa guida definitiva per trovare l’indirizzo MAC di qualsiasi dispositivo per capire quale dispositivo appartiene a chi.

Ne elencheremo alcuni dei più comuni qui sotto:

1. Windows 7 – Vai al Pannello di controllo….Rete e condivisione/Rete e Internet…..Cambia le impostazioni dell’adattatore. Clicca con il tasto destro del mouse sulla connessione (Wi-Fi o ethernet) attualmente in uso, e clicca su Stato. Poi clicca su Dettagli, e dovrebbe apparire un elenco di impostazioni, incluso l’indirizzo MAC, da annotare.

2. Windows 10 – Se su Wi-Fi, clicca sul simbolo Wi-Fi in basso a destra, poi clicca su Impostazioni di rete. Nella schermata delle impostazioni che viene visualizzata, fare clic su Proprietà, e un elenco di impostazioni, tra cui il MAC Address fisico, dovrebbe venire fuori. Se su ethernet, vai su Impostazioni…..Rete & Internet…..Ethernet. Clicca sulla tua connessione attuale, poi clicca su Proprietà/Stato/Dettagli, e dovrebbe apparire la stessa lista da annotare.

3. iPhone/iPad – Vai su Impostazioni….Generali….About/Info. L’indirizzo MAC è elencato più in basso come “Indirizzo Wi-Fi“.

4. Android – Può variare un po’ da un dispositivo all’altro, ma in generale: tira giù dalla parte superiore dello schermo, tocca l’icona Gear e poi tocca l’app Impostazioni per aprirla. Vai su Wireless & Networks e tocca Wi-Fi, poi tocca il pulsante del menu e poi tocca Avanzate. L’indirizzo MAC viene visualizzato in basso.

5. macOS – Aprire il menu Apple, andare su Preferenze di sistema…..Rete. Seleziona la tua connessione, quindi fai clic su Avanzate. L’indirizzo MAC viene visualizzato nella scheda Hardware.

6. Console di gioco (PS4/PS5/Xbox One/Xbox X) – Vai su Impostazioni…..Rete……Stato della connessione/Impostazioni di connessione. Vedi anche il nostro articolo sull’impostazione di QoS per PS4/PS5.

Vedi l’articolo collegato sopra per trovare il MAC per dispositivi più specializzati che non sono elencati qui.

Una volta trovato l’indirizzo MAC, annotatelo, perché vi servirà per impostare la priorità per quel dispositivo sul router.

Passo #2 – Accedere al router

Questa è la parte che intimidisce alcuni utenti non tecnici, ma non è davvero così difficile. Puoi accedere al tuo router da qualsiasi dispositivo con un browser internet con alcuni semplici dettagli che sono sempre sul retro del router stesso.

Controllate il vostro router per trovare un adesivo con i dettagli di accesso; sarà qualcosa di simile a questo:

In ogni caso, l’IP di login del router è solitamente 192.168.0.1, 192.168.1.1 o 192.168.1.254 in Nord America ed Europa, anche se può variare.

Qui ci sono dei link ad alcune credenziali di accesso predefinite comunemente usate per i popolari ISP italiani:

Consulta la nostra guida completa alla risoluzione dei problemi se hai difficoltà ad accedere alla pagina delle impostazioni del tuo router.

Annotate l’IP di accesso, il nome utente e la password, poi andate su qualsiasi dispositivo con un browser e fate quanto segue:

  • Accedi al tuo router, usando l’IP di accesso/nome utente/password che hai trovato nel passo #1. Inizia digitando l’IP di accesso nella barra degli indirizzi di qualsiasi browser. Il login del router è spesso 192.168.0.1, 192.168.1.1 o 192.168.1.254 o potrebbe essere qualcosa di diverso. Controlla l’adesivo sul retro del tuo router.
  • Una volta inserito l’IP di accesso corretto, dovrebbe apparire una coppia di caselle di nome utente/password. Digita il nome utente e la password – di nuovo saranno sul router da qualche parte o online.
  • Vedi qui per un aiuto se stai lottando per accedere alle impostazioni del tuo router, o se qualcuno ha cambiato questi dettagli di accesso in modo che non funzionino.
  • Se qualcuno li ha cambiati, allora dovrai ottenere i dettagli da loro o fare un reset di fabbrica completo del tuo router per resettare tutti i login a quelli di default.

Passo #3 – Trovare e configurare le impostazioni QoS

Una volta che sei nel tuo router, devi trovare le impostazioni Quality of Service o QoS se sono disponibili (purtroppo alcuni router non ce l’hanno). Di solito è solo in un menu laterale da solo come QoS, o può essere sotto una scheda Network, LAN, Devices o Advanced o qualcosa di simile. Router diversi hanno interfacce diverse, quindi potresti dover cercare un po’ nei menu.

Vedi l’esempio qui sotto di una pagina di menu di un router – l’impostazione QoS si trova proprio in fondo, ma sarà diversa per ogni router.

Una volta trovato il QoS è solo una questione di impostare il dispositivo per avere la priorità massima. Poi salvate le impostazioni e uscite dal router.

Sulla maggior parte dei router, i dispositivi collegati dovrebbero essere tutti elencati, e tu devi solo selezionare il tuo dispositivo in base al suo indirizzo MAC che hai annotato prima.

Ci sarà di solito un’opzione per impostare la priorità del dispositivo, di solito in una casella a discesa. Imposta il tuo dispositivo alla priorità più alta o massima, e imposta tutti gli altri dispositivi a una priorità inferiore, per dare priorità al tuo dispositivo sulla rete. Su altri router, potresti dover inserire l’indirizzo MAC e impostare la priorità manualmente (potrebbe esserci un’opzione Add/Add Device nel menu QoS). Di nuovo, router diversi hanno modi diversi di gestire questa impostazione, ma non è troppo difficile configurarla una volta che l’hai trovata.

Configurazione di QoS su un router Fritzbox

 

Come funziona il QoS

Una volta configurato, questo significa che il router gestirà il flusso di traffico da e verso il tuo dispositivo prima di tutti gli altri dispositivi. Questo può aiutare con la congestione della rete, anche se se l’uso della larghezza di banda è alto, può influenzare negativamente l’esperienza degli altri utenti sui loro dispositivi. Si tratta di un’impostazione specificamente progettata per gestire il traffico e impostare la priorità per i diversi dispositivi su una rete.

La normale priorità di QoS per i dispositivi su una rete domestica standard funziona come segue:

  1. Gioco – Le console di gioco non tendono a usare molta larghezza di banda per il gioco online, ma hanno bisogno della massima priorità sulla rete domestica occupata per mantenere basso il ping o la latenza. Quindi di solito sono le console di gioco che sono prioritarie usando QoS; vedi il nostro articolo su questo.
  2. Videocall/Webinar – Skype, Zoom ecc. Può essere ad alta o massima priorità, specialmente se usato per scopi lavorativi.
  3. Streaming – Meno sensibile alla latenza, ma usa molta più larghezza di banda, quindi ha bisogno di una priorità medio-alta per prevenire il buffering su reti occupate, specialmente quando lo streaming è in HD.
  4. Navigazione generale – Email, social media, navigazione generale dei siti. Di solito in fondo alla lista con la priorità più bassa, solo perché un leggero ritardo nel caricamento delle pagine non influisce sull’esperienza così tanto come nel gioco/streaming.

Naturalmente, usando QoS, un utente può sovrascrivere questo e dare al proprio dispositivo qualsiasi priorità desideri, mettendo i dispositivi di streaming al massimo e tutto il resto più in basso. Dipende solo da quali dispositivi sembrano essere più colpiti quando la rete è occupata, e dare loro più priorità per cercare di ridurre questi problemi.

Cosa succede se il mio router non ha QoS?

Riconosciamo che non tutti i router hanno QoS disponibile per dare priorità al traffico dei dispositivi, quindi quali opzioni sono disponibili in questi casi?

Possiamo pensare a qualche altra soluzione a questo problema:

Soluzione #1 – Connessioni cablate – La prima priorità per qualsiasi dispositivo critico che ha bisogno di priorità dovrebbe essere quella di staccarsi dal Wi-Fi e passare invece a una connessione ethernet cablata. Le connessioni Ethernet sono molto meglio del Wi-Fi, poiché sono un canale di comunicazione dedicato e non congestionato verso il router, mentre i dispositivi su Wi-Fi devono condividere lo spazio con altri dispositivi wireless, portando a problemi di congestione e lag/buffering.

Se riesci a collegarti a una connessione cablata, allora i tuoi problemi di congestione dovrebbero ridursi automaticamente, anche su reti domestiche occupate.

Ethernet Cable

Clicca i link per vedere i cavi ethernet da 5m e 10m su Amazon.

Soluzione #2 – Adattatori Powerline – Se non puoi ottenere facilmente una connessione ethernet cablata diretta perché sei troppo lontano dal router, allora un adattatore Powerline è la soluzione migliore successiva per i dispositivi critici, che effettivamente ti porta ancora su una connessione cablata, ma con un metodo diverso.

Gli adattatori Powerline consistono in una coppia di spine adattatrici che possono trasmettere dati attraverso il cablaggio della casa esistente, fornendo effettivamente una connessione ethernet cablata, senza la necessità di eseguire lunghi cavi attraverso la casa.

Gli adattatori Powerline non funzionano in tutti i casi, ma possono essere una soluzione eccellente se il cablaggio della vostra casa è in buone condizioni.

Clicca qui per vedere l’adattatore powerline entry level TP Link “Nano” su Amazon.

Oliver

Online gamer and general home networking enthusiast. I like to create articles to help people solve common home networking problems.

Recent Posts